Legacy Forum 

Legacy Forum
Home Discussioni Recenti Sondaggi Cerca F A Q
Nome Utente:
Password:
Ricordami
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Creature
 Demoni
 Jinn
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Shia Itnashari
Utente Normale



79 Messaggi

Inserito il - 16 giu 2011 : 09:49:19 Condividi su Facebook  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Shia Itnashari Invia a Shia Itnashari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Allah (SwT) ha detto nel Corano (LV, 55) di aver creato «i demoni da fiamma di un fuoco senza fumo». Ora, ci sono due specie di demoni che probabilmente non possono vivere in nessun altro luogo eccetto la terra: una creata dall’aria e un’altra creata dall’acqua. Tutti i demoni, ad eccezione di Satana e della sua progenie., vivono e muoiono come fanno gli esseri umani.
I demoni sono esseri intelligenti che non possono essere visti da tutti. Oltre ai profeti di Dio e dei loro rappresentanti, anche coloro che hanno raggiunto un alto livello di potere soprannaturale e i parapsicologi possono vederli e parlare con loro.
Essi dimorano ovunque non vi siano uomini che vivano intorno: nei deserti, negli oceani, sulle isole disabitate, nelle foreste, ecc. Alcuni di essi sono buoni, ma la maggior parte è cattiva nel momento in cui entra in contatto con la specie umana.
Anche i demoni si distinguono in varie specie, e qui di seguito darò una breve spiegazione di alcune di esse:

- Shaqq: sono demoni disturbatori con aspetto semi-umanoide che amano intercettare i viaggiatori e disturbarli;

- Tabi, Qareen e Khabil: demoni così pericolosi che chi entra in contatto con loro può uscirne con gravi turbe mentali;

- Dilhab: demoni che vivono nei mari e negli oceani;

- Ri’ee (o Arraf): demoni innocui che amano condividere parte della loro conoscenza con gli umani, per cui capita che scelgano alcuni esseri umani particolarmente brillanti per stare in loro compagnia;

- Abqar e sa’lat: demoni pericolosi che vivono nei frutteti;

- Ghool: demoni che possono assumere varie forme e strutture al fine di danneggiare gli esseri umani;

- Nisnas: demoni con forma simile a quella degli shaqq, e con volto simile a quello dell’uomo.

- Hatif: demoni che preferiscono usare il suono e i rumori per compiere le loro furberie, volendo essere considerati dall’uomo solo come illusioni piuttosto che veri e propri esseri;

- Hajis: demoni che applicano il metodo della telepatia per comunicare con gli uomini, ispirando pensieri pericolosi e nocivi.

Tutti questi demoni sono comunque molto meno pericolosi di quelli discendenti da Satana(Iblis)
I demoni preferiscono sempre interessarsi degli affari e della vita degli esseri umani, specialmente delle persone che disprezzano.
Essi vivono e muoiono, si accoppiano e si riproducono, hanno i loro governi e il loro sistema di giustizia, e anche diversi ranghi gerarchici. Essi vivono molto più a lungo degli esseri umani, e si muovono alla velocità della luce. Viaggiano facilmente tra le varie nazioni e riescono ad attraversare i muri e le porte.
I demoni buoni cercano di aiutare gli esseri umani in vari modi. Coloro che lo fanno però vengono disprezzati dagli altri demoni, che li evitano ed espellono dalla loro comunità. La magia e la stregoneria è realizzata attraverso il loro aiuto.
Essi possono cambiare il loro aspetto molto facilmente e assumere forme umane o animali, e quelli dispettosi cercano di vivere con gli esseri umani o di scacciare quest'ultimi dalle loro case. A volte, quando a una loro famiglia piace una casa, è certo che gli esseri umani che vi vivono alla fine dovranno trovare un altro posto.
A volte ai demoni piace anche imitare gli uomini, ma possono anche rapirli senza alcuna ragione se non come divertimento o dispetto.
Come per esempio il Làuro della Tradizione Italica , radicata sopratutto nel Sud d'Italia.
Vi sono poi altre categorie di Jinn (Demoni):

1) il Jinn senza nessuna particolarità si può chiamare Jinni;

2) quello che abita insieme agli uomini si chiama 'amir (plur. 'imar);

3) quello che vedono i bambini si chiama ruh (plur. arwah; letteralmente spirito);

4) quello cattivo si chiama Shaytan (plur. shayatin);

5) quello ancora più cattivo si chiama marid;

6) quello più potente e cattivo 'ifrit (plur.'ifarit).

Inoltre il Messaggero di Dio (SAAS) ha detto: «I Jinn sono di tre tipi: un tipo vola nell'aria, un tipo è nei serpenti e nei cani, un tipo si stabilisce in un posto o si trasferisce in un altro» (al-Tabarani, al-Hakim e al-Bayhaqi).

aquila
Utente Normale


Regione: Lazio


78 Messaggi

Inserito il - 12 lug 2011 : 17:06:44  Mostra Profilo Invia a aquila un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
leggo con colpevole ritardo quanto scritto,e me ne scuso.Non è il caso di procedere ad una discussione sulla storia della scrittura del corano, per questo mi limito ad osservare che l'interpretazione testuale di quanto affermato nelle scritture sacre per le varie religioni, (compresa quella cattolica)va contestualizzato, altrimenti, senza alcuna intenzione offensiva,ci riduciamo al livello dei testimoni di geova........od al livello della pratica superstiziosa.Saluti a tutti.
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 12 lug 2011 : 20:09:48  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
S. Paolo scrive: " prendete le armi che Dio vi dà per poter resistere contro le manovre del diavolo. Infatti noi non dobbiamo lottare contro creature umane ma contro spiriti maligni del mondo invisibile, contro autorità e potenze, contro i dominatori di questo mondo tenebroso ". ( Eph. 6, 11-12 )
Dal libro IL DIAVOLO di CORRADO BALDUCCI

Accusatore, il dio di questo mondo, il malvagio, il nemico, omicida fin da principio, padre della menzogna, peccatore fin da principio, principe di questo mondo, serpente, spirito cattivo, spirito immondo, spirito impuro, il tentatore.
Più di trecento citazioni riguardo al modo di chiamare il diavolo e i suoi sottoposti solo nel Nuovo Testamento...Il maligno adotta nomi e ruoli diversi nelle altre religioni e la conoscenza sul suo operato varia secondo le culture ma questo non cambia la questione: il Male non si stanca mai e usa la nostra debolezza, la nostra incoerenza e la nostra ingnoranza per procedere nel mondo.

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina

Shia Itnashari
Utente Normale



79 Messaggi

Inserito il - 25 giu 2012 : 22:38:30  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Shia Itnashari Invia a Shia Itnashari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando



Uno degli aspetti meno compresi degli insegnamenti islamici nel mondo moderno attiene a questo tipo di esseri chiamati "jinn", ai quali fa riferimento il Sacro Corano in molti passi. La ragione per l'incomprensione proviene dalla concezione materialista post-cartesiana dell'universo, la quale esclude il mondo psichico e sottile, al quale appartengono in realtà gli esseri chiamati jinn secondo lo schema tradizionale della cosmologia.
Per comprendere il significato dei jinn, bisogna andare al di là della concezione della realtà che include solamente il mondo della materia e la comprensione razionale (dualismo paralizzante che rende impossibile la comprensione delle dottrine tradizionali), verso una consapevolezza della realtà gerarchica composta da tre mondi: quello dello spirito, quello della psiche o anima, e quello della materia.
I jinn possono essere identificati come esseri che appartengono al mondo intermedio o della psiche, il barzakh, situato tra questo mondo e il mondo del puro Spirito. Nella terminologia coranica e nella letteratura degli ahadith i jinn generalmente sono connessi agli 'ins' o genere umano, e spesso l'espressione "al-jinn wal-ins'" (i jinn e gli esseri umani) viene usata in riferimento a questo tipo di creature alle quali vengono impartiti gli ordini e le proibizioni di Dio. L'uomo venne creato dall'argilla nella quale Dio insufflò (nafakha) il Suo Spirito.
I jinn nelle dottrine islamiche sono questo gruppo di creature che venne creato dal fuoco piuttosto che dalla terra, ed anche ad esse Dio insufflò il Suo spirito. Al pari dell'uomo possiedono quindi uno spirito e coscienza e vengono loro rivelati gli ordini divini. Al proprio livello sono creature centrali, allo stesso modo di come gli uomini sono le creature centrali in questo mondo. Ma contrariamente agli uomini possiedono una forma esteriore volatile e mobile in modo da poter assumere diverse forme. Questo significa che sono creature essenzialmente della psiche piuttosto che del mondo fisico, e possono apparire all'uomo sotto forme e figure diverse.
Essendo stati dotati di spirito, i jinn, come gli esseri umani, sono responsabili davanti a Dio. Alcuni sono 'religiosi' e 'musulmani'. Sono angeli intermedi, forze psichiche che possono condurre l'uomo dal mondo fisico al mondo spirituale attraverso il labirinto del mondo intermedio o barzakh. Altre sono forze malefiche che si sono ribellate contro Dio, alla stessa maniera di come gli esseri umani si ribellano contro la Divinità.
Questi jinn sono identificati con gli 'eserciti di Satana' (junud al-Shaytan) e sono le forze del male che inducendo le facoltà dell'immaginazione (khayal) e dell'apprensione (wahm) verso i loro aspetti negativi, allontano l'uomo dalla Verità che la sua intelligenza percepisce per virtù della luce innata che dimora dentro di lui.
Nell'universo religioso del musulmano tradizionale, pieno di creature di Dio materiali, psichiche e spirituali, i jinn svolgono il loro ruolo particolare. Sono intesi dai sapienti per quello che sono, vale a dire forze psichiche del mondo intermedio di una natura tanto benefica quanto malefica. A livello popolare i jinn appaiono come creature fisiche concrete di differenti forme e tipi, contro le quali gli uomini cercano l'aiuto dello Spirito, generalmente recitando versetti coranici. Per questo i jinn e tutto ciò che appartiene ad essi rientrano, a livello popolare, nel campo del demoniaco, della magia, ecc. e sono una realtà viva per quegli esseri umani le cui menti sono ancora aperte al vasto mondo della psiche nei suoi aspetti cosmici. Il musulmano con questo tipo di mentalità vive in un mondo nel quale è cosciente di Dio, ed anche delle forze angeliche che rappresentano il bene e delle forze demoniache che rappresentano il male. Egli vede la sua vita come una lotta tra questi due elementi al suo interno e intorno a lui. Sebbene i jinn siano di entrambi i tipi, buoni e cattivi, il musulmano li identifica sovente nel suo pensiero con le forze demoniache che traviano l'essere umano. Sono la personificazione delle forze psichiche che operano all’interno della sua mente e anima. A livello teologico e metafisico dell'Islam, i jinn sono intesi come un elemento necessario nella gerarchia dell'esistenza, un elemento relazionato al mondo fisico negli ordini più elevati della realtà. I jinn, inoltre, sono particolarmente simili agli uomini, come abbiamo segnalato prima, nel fatto che anche ad essi venne insufflato lo Spirito di Dio. E alcuni dei Profeti di Dio, come Salomone, governarono sui jinn e sugli uomini, come testimonia il Sacro Corano.
Per gli occidentali che studiano l'Islam, il significato dei jinn non può essere compreso se non attraverso una comprensione della cosmologia, psicologia e metafisica tradizionale. Solamente attraverso questa comprensione diventa sensata l'esistenza e funzione dei jinn, i quali in realtà hanno la loro corrispondenza in altre religioni. Non possiamo ridurre la credenza nei jinn a superstizione, semplicemente perché non comprendiamo cosa significano.
Se si chiede ad un musulmano tradizionale di esprimere la propria opinione rispetto a tutto l’interesse nel mondo moderno dei fenomeni psichici, dell'esplorazione del mondo psichico attraverso droghe e altri mezzi, e il fenomeno di un’origine psichica che oggi giorno diventa sempre più ricorrente, egli risponderà che molto di tutto questo è relazionato con ciò che egli intende per jinn. Aggiungerebbe che la maggioranza dei jinn coinvolti in questi casi sono di tipo malefico e demoniaco, di fronte ai quali non c'è alcuna maniera di proteggersi ad eccezione della grazia che proviene dal mondo del puro Spirito.







Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legacy Forum © 2012 Legacy Forum | Forgedy by IlDrago.com Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000