Legacy Forum 

Legacy Forum
Home Discussioni Recenti Sondaggi Cerca F A Q
Nome Utente:
Password:
Ricordami
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Culti e sette
 Templari
 I Cavalieri Templari
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 16 feb 2012 : 16:43:30 Condividi su Facebook  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sui Templari si è detto tutto e niente, troppo e poco, bene e male. Quello che la storia conosciuta riporta, per quanto approfondito, è riduttivo...Le sètte e le congregazioni contrarie al loro culto e alla loro missione sono diventate nel corso dei secoli sempre più potenti e organizzate: i massoni, i rosacrociani e l'ordine della rosa rossa, per citare i più conosciuti, hanno preso possesso del sistema in maniera tentacolare. Così i Templari sono stati costretti ad apparire sempre meno per non pregiudicare un lavoro cominciato nel 1118. La loro missione procede sotterranea e parla solo a chi ha orecchie per ascoltare e cuore per sentire. Quello che riporto di seguito, a parte la citazione storica, è preso da un sito a mio parere e fin'oggi, serio e riflessivo, del quale cito, naturalmente, la fonte. Buona lettura.

La nascita dell'Ordine si colloca nella Terrasanta al centro delle guerre tra forze cristiane e islamiche scoppiate dopo la prima crociata indetta nel 1096. In quell'epoca le strade della Terrasanta erano percorse da pellegrini provenienti da tutta Europa, che venivano spesso assaliti e depredati. Per difendere i luoghi santi e i pellegrini nacquero diversi Ordini religiosi. Intorno al 1118-1119 un pugno di cavalieri decise di fondare il nucleo originario dell'Ordine Templare, dandosi il compito di assicurare l'incolumità dei numerosi pellegrini europei che continuavano a visitare Gerusalemme e assegnandosi anche la missione morale di riscattare il sangue che era stato versato lungo il cammino delle truppe europee (e malgrado le violenze commesse in seno al banditismo islamitico). L'Ordine venne ufficializzato nel 1129, assumendo una regola monastica, con l'appoggio di Bernardo di Chiaravalle. Il doppio ruolo di monaci e combattenti, che contraddistinse l'Ordine Templare negli anni della sua maturità, fu sempre fonte di perplessità in ambito cristiano.
L'ordine Templare si dedicò nel corso del tempo alle attività finanziarie, gestendo i beni dei pellegrini e arrivando a costituire il più avanzato e capillare sistema bancario dell'epoca. Cresciuto nei secoli in potere e ricchezza, l'ordine si fece nemico il re di Francia Filippo il Bello e andò incontro, attraverso un drammatico processo, alla dissoluzione definitiva tra il 1312 e il 1314.
I templari erano identificabili per la loro sopravveste bianca, a cui in seguito si aggiunse una distinta croce rossa ricamata sulla spalla, che assunse infine grandi dimensioni sul torace o sulla schiena, come si vede in molte rappresentazioni dei cavalieri crociati. Accanto alla croce rossa in campo bianco, fra i simboli dei templari c'era il beauceant.


Il Beauceant (anche Baucéans, Bauceant, Beauséant, Baussant) era il vessillo dei cavalieri templari, ed era una bandiera od uno scudo. La sua particolarità consisteva sempre nella caratteristica divisione in due parti simmetriche, i cui colori erano il bianco ed il nero.
Questo dualismo rappresentando forse il dualismo tra il Bene e il Male, è stato utilizzato come ipotesi, poco attendibile tra l'altro, circa aspetti esoterici, e quindi tra le forze cosmiche opposte e complementari. Questo dualismo comunque molto diffuso nel medioevo, si ritrova in molteplici rappresentazioni tra cui le matrici sigillari classiche e quelle criptiche.
Wikipedia


Dal sito di Leonardo D'Erasmo wwwleonardoderasmo.com

La leggenda del Tesoro dei Templari si collega a quella del Santo Graal. la coppa in cui Cristo bevve durante l'Ultima Cena e in cui fu, poi, raccolto il suo sangue. Secondo tradizioni esoteriche e fantasie letterarie, il Santo Graal fu posseduto e poi nascosto per sempre dai Templari. Se Graal significa veramente sacro calice, questo potrebbe trovarsi sepolto in qualche posto segreto che in molti hanno cercato, prima e dopo i nazisti.
Si è pensato a tanti paesi diversi: dalla cappella di Rosslyn, in Scozia, alla chiesa-fortezza di Tomar, in Portogallo,alla Basilica di San Nicola di Bari. Sono tutti luoghi che in qualche modo hanno a che fare con i Templari.
D'improvviso, con l'accusa di eresia, i Templari furono arrestati dal Re di Francia Filippo IV e processati dal Papa Clemente V, entrambi interessati alle immense richezze della potente congregazione. Questo afferma la storiografia ufficiale.
Secondo molti studiosi di esoterismo, invece, la causa scatenante delle condanne e dei roghi dell'Inquisizione fu una effettiva adesione del grande ordine crociato alle tesi dei Vangeli Gnostici, che fanno sospettare che Cristo sposò Maria Maddalena ed ebbe da lei dei figli (di cui esisterebbero ancora i discendenti). In questo caso il Santo Graal sarebbe una metafora, per dire in realtà Sang Real, o progenie reale. In questo quadro i Templari sarebbero stati il braccio armato del Priorato di Sion, un ordine occulto ancora oggi attivo, depositario di segreti sulle origini del Cristianesimo e, quindi, scomodo ed eretico per la Chiesa di Roma.
Uno di questi tesori o segreti cercava il nazismo.

Il Santo Graal e i Templari
Durante le crociate, l'Ordine religioso-militare dei Templari aveva tenuto buoni rapporti (durante i periodi di tregua e di pace) con la Setta degli Assassini, potente milizia musulmana che aveva, in campo arabo, lo stesso prestigio di cui i Cavalieri del Tempio godevano in ambiente cristiano. Ciò fa pensare che i cavalieri rossocrociati miravano ad un sincretismo religioso che l'Occidente non poteva comprendere. Da qui vennero le accuse di eresia e di collusione con il nemico musulmano.
I Templari, però, avevano avuto contatti con i Catari, accusati pure di eresia e sterminati nel 1244, al termine della cosiddetta Crociata degli Albigesi.
Prima della sconfitta i Catari erano riusciti però a nascondere un tesoro in Francia, nella zona di Montségur.

Era un tesoro fatto di oggetti, provenienti dalla Gerusalemme di Re Salomone e dai luoghi della vita di Cristo: forse gli stessi oggetti che i nazisti cercarono.
Questo tesoro conteneva documenti scottanti? Conteneva la verità sul matrimonio di Cristo e il vero pensiero di Gesù (nascosto dalla Chiesa) a proposito di rapporti tra uomo e donna?
A questi, si aggiungono altri misteri. Da manoscritti rinvenuti in Oriente risuterebbe che Gesù Cristo non morì sulla croce, ma visse fino all'età di 80 anni. Nell'insieme il tesoro sarebbe uno scrigno di segreti (cui ha fatto di recente allusione Dan Brown nel suo 'Codice da Vinci') che capovolgerebbe in direzione libertaria il pensiero cristiano.

Questo messaggio esoterico, forse ancora custodito dal Priorato di Sion e un tempo cifrato nell'Ultima Cena di Leonardo da Vinci (che, a quanto pare, fece parte del Priorato stesso), è detto tesoro nel senso di segreto sapienziale?
Secondo altri, il tesoro era fatto invece di veri e propri forzieri, finiti nelle mani dei Templari. Questo tesoro comunque, fatto di segreti o di ori, è forse quello che trovò l'abate Berangér Saunière, a fine Ottocento, nella chiesa di Rennes Le Chateau, che è vicina a Montségur.





Forse perchè...
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legacy Forum © 2012 Legacy Forum | Forgedy by IlDrago.com Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000