Legacy Forum 

Legacy Forum
Home Discussioni Recenti Sondaggi Cerca F A Q
Nome Utente:
Password:
Ricordami
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Realtà Parallele
 Sogni
 Sogni: uno mio e uno della mamma
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

pikkola
Utente Normale



Regione: Emilia Romagna
Prov.: Reggio Emilia
Città: Reggio Emilia


75 Messaggi

Inserito il - 06 mar 2012 : 23:26:50 Condividi su Facebook  Mostra Profilo Invia a pikkola un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao, approfitto di un solo post per chiedere spiegazioni su due sogni, uno di mia mamma (me l'ha raccontato abbastanza nei dettagli ma è ugualmente confuso) e uno mio (ancora più confuso degli altri) .
Sono tutti e due un po' vecchiotti, non ho avuto molto tempo in questo periodo :(

Allora, parto con quello della mamma che è un po' più dettagliato:
Inizia con lei che vede un formichiere (molto grande, delle dimensioni di un cavallo circa!) nel suo cortile, che sta mangiando i semini che lei aveva lasciato per gli uccellini. Ad un certo punto, questo formichiere cerca di entrare in casa e mia mamma cerca di mandarlo fuori, questo si spaventa e sbatte contro la tv e mia madre si impaurisce perché teme che la tv si rompa, poi si volta e vede una bellissima leonessa sdraiata sul divano, che ovviamente è tutto rovinato e usurato dagli artigli della leonessa.
A questo punto cambia completamente lo scenario e lei vede un cammello che traina un carro adibito a pulpito, sul quale un prete sta dicendo messa.
C'è di nuovo un cambio di scenario e lei si trova a dover prendere da bere, ma i fili con la corrente glielo impediscono (hai presente quei fili a basso voltaggio che si usano nelle recinzioni per fare in modo che i cavalli non escano? Quei fili.) lei continua a provare a prendere da bere ma prende sempre la scossa perché non riesce ad aprire il circuito e ad interrompere la corrente.
Dopo questo non si ricorda se continua o se il sogno terminava qui, però per lei finiva qui.

Ora passo a quel poco che mi ricordo del mio sogno..
è tutto incentrato su un cortile (che somiglia al cortile dove ho trascorso la mia infanzia, che ora non esiste più perché sopra c'è stata costruita casa mia) e in parte su una stanza che sembra la biblioteca della mia città. Cioè, non so spiegarlo..si trova tutto nel cortile, ma una parte è "cortile" (con erba, fiori, siepi..etc.) e una parte è "biblioteca" (con erba, fiori e scaffali con dei libri!).
In alcuni punti del prato c'è la neve e nel sogno ci sono un sacco di persone che con lo slittino si divertono su questa neve però...muoiono tutti, sempre e comunque. Io dico di stare attenti che si scivola, che rischiano di farsi male, ma loro non mi danno retta e io ogni volta che vedo passare uno slittino in lontananza sento le risate poi d'un tratto le urla e una ragazza arriva camminando (in maniera molto calma) e con una certa tranquillità avvisa me e chi è con me (so che è gente che conosco ma non li vedo mai) che la persona che stava "slittando" è morta, e noi ci troviamo ogni volta a salire una piccola collina per andare a vedere dei cadaveri.
Un particolare strano del prato è che in un punto (dove la gente muore o poco distante) c'è una specie di buco, dove però non si cade..è come una superficie trasparente su cui si può camminare e guardare giù, ma "giù" non c'è un semplice buco nero o terriccio, c'è acqua, ghiaccio e forse anche dell'erba (sulle pareti verticali del buco) ma tra i miei piedi e questo misto di acqua e ghiaccio c'è una "rete" metallica, quell'anima di ferro che si mette prima di fare una gettata di cemento (per fare un muretto ad esempio) tutta arrugginita.
Nella realtà una cosa simile non mi farebbe "nè caldo nè freddo" come dico io, ma nel sogno stare in quel posto mi metteva un terrore non descrivibile.. solo che non posso dire di più perché tutto quello che ricordo come sempre è molto poco!


..Non può piovere per sempre..

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 07 mar 2012 : 17:16:37  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
[ Archètipi che raffigurano le caratteristiche umane, questi simboli animali compaiono nei test proiettivi e nei sogni e mettono in luce gli aspetti nascosti o ignorati della personalità troppo spesso repressi e la cui insospettata influenza mette in pericolo l'equilibrio del sognatore ]

Il primo sogno è quello di una persona che non riesce a imporre o a far accettare e capire le proprie esigenze. Cerca di fortificare la propria personalità
attraverso vari stadi, ma ancora una volta abbiamo un inconscio che cerca di risvegliare e risvegliarsi con interventi tanto scenici quanto inutili: prima formichiere, poi leonessa, poi cammello, e tutti cercano con la forza di farsi strada...Una personalità che cerca di " bere " al di fuori dei suoi confini ma che non ci riesce...Il pericolo è sempre quello di considerare questi " interventi " dell'inconscio solo come sogni e di accantonarne la richiesta di aiuto.

Nel secondo sogno, invece, un avvertimento: il sognatore si potrebbe ritrovare in una condizione di rischio per essersi costretto a prendere una decisione che invece l'angoscia ma della quale, dentro di sè e grazie al suo inconscio, conosce l'esatta risoluzione. Il terrore provato è la paura di sbagliare, di fare il passo verso una direzione illusoria (...una superficie trasparente su cui si può camminare e guardare giù...), un percorso dove " la gente muore ".

Per ora c'è una " rete " a sostenerti, ma è arrugginita...fai attenzione, Alle.

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legacy Forum © 2012 Legacy Forum | Forgedy by IlDrago.com Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000