Legacy Forum 

Legacy Forum
Home Discussioni Recenti Sondaggi Cerca F A Q
Nome Utente:
Password:
Ricordami
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Creature
 Incorporei
 Azzurrina è tornata...
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore  Discussione Discussione Successiva  

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 26 gen 2011 : 21:03:43 Condividi su Facebook  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Chi di voi ricorda la piccola Guendalina Malatesta, dai più conosciuta come Azzurrina?
La leggenda di Azzurrina è stata tramandata oralmente per tre secoli, presumibilmente venendo di volta in volta distorta, ampliata, abbellita. Solo nel '600 un parroco della zona la mise per iscritto assieme ad altre leggende e storie popolari della bassa Val Marecchia.

Montebello (Rimini) è la località in cui si svolge la vicenda.
Un bellissimo castello, visitabile tutt’ora, è stato testimone della tragedia che ha sconvolto la vita della famiglia di Ugolinuccio, allora signore del luogo.
Siamo nella seconda metà del sec. XIV
Il castello appartiene ai Malatesta, signori del posto.
La coppia è allietata dalla nascita di una bambina, Guendalina che, purtroppo ( considerata l'epoca ) è albina, ha i capelli bianchi.

Nel Medioevo, l’albinismo era segno di sventura. Chi ne era colpito veniva accusato di stregoneria o di essere figlio del demonio e condannato a morte atroce.
Per nascondere il bianco dei capelli della bambina, la madre li tinge ripetutamente con pigmenti di natura vegetale estremamente volatili, che con la luce del sole e la scarsa capacità dei capelli albini di trattenere il pigmento, danno ai capelli della bimba i riflessi azzurri che ne originano il soprannome di Azzurrina.
I genitori per tutelarla maggiormente, decidono di non farla mai uscire dal castello, scortata inoltre da due guardie in ogni momento della giornata. La bambina è curata amorevolmente da mamma e servitù che cercano in ogni modo di allietare le sue giornate e fra gli altri giochi, le viene confezionata una palla di pezza e corda, tutta colorata. La piccola cresce serenamente sino a quel tragico 21 giugno 1375.

La leggenda narra che il 21 giugno del 1375, nel giorno del solstizio d'estate, Azzurrina gioca nel castello di Montebello con la sua palla di pezza mentre fuori infuria un temporale. E'costantemente vigilata dai due armigeri, di nome Domenico e Ruggero, e, secondo il loro racconto, la palla della bambina rotola giù per le scale che portano all'interno della ghiacciaia sotterranea. Guendalina deve fare soltanto pochi scalini per riprendere la sua palla, e la stanza usata come ghiacciaia è piccola e l'avrebbe ritrovata subito. Le guardie le sono dietro e si avvicinano anche loro alle scale senza però scendere, perchè si aspettano di veder risalire subito la bambina. Invece la sentono urlare e scendono immediatamente nel locale entrando dall'unico ingresso, quello delle scale, ma non trovano traccia della bambina.
Azzurrina svanisce nel nulla.
Nello stesso momento, cessa il temporale.
Per molti giorni, il castello, le campagne e l’intero borgo, viene setacciato nella disperata ricerca della bambina, che non è stata più ritrovata, nè dentro, nè fuori al castello.

La leggenda vuole che il fantasma della bambina sia rimasto intrappolato nel castello e che torni a farsi sentire nel solstizio d'estate di ogni anno lustro (cioè che finisce per 0 e 5).

Da quel tragico 21 giugno, ogni 5 anni, nella notte del solstizio d’estate, nel castello di Montebello, ritorna Azzurrina. La si sente ridere, parlare o piangere. Molti i testimoni, tra cui anche una troup della Rai che casualmente riuscì a registrare suoni e voci durante un servizio svolto sul luogo.

Le registrazioni

Nel 1989 l’anno precedente alle prime intercettazioni, il Castello fu ristrutturato dagli eredi Giunti, per creare un museo con visite guidate. Durante i lavori, che si estesero anche alle cantine, vennero alla luce molti cunicoli, alcuni portavano ad accessi murati nei secoli precedenti, per scongiurare saccheggi ed attacchi. Tutte le porte murate vennero abbattute, dando libero accesso alle stanze, tranne una. Durante la ristrutturazione, si accorsero che una stanza non era più accessibile. Chi murò l’accesso,fece in modo, che se fosse stato violato, la stabilità dell’intero castello sarebbe stata compromessa.
A partire da quella data vengono fatte ricerche da parapsicologi col fine di catturare, tramite registratori audio ad attivazione sonora, rumori all'interno del castello prodotti dal presunto fantasma. Gli autori delle registrazioni sono erroneamente identificati come esperti dell'Università di Bologna, ma in realtà appartengono al Laboratorio interdisciplinare di Ricerca Biopsicocibernetica (IRB) di Bologna, istituto privato non legato alle attività accademiche, fondato da Michele Dinicastro e Daniele Gullà che hanno anche materialmente realizzato le registrazioni. Il malinteso deve essersi creato a causa della partecipazione, durante uno dei sopralluoghi, di altri due accademici dell'Università di Bologna che hanno accompagnato i due parapsicologi nel loro studio. Al termine della visita guidata al castello vengono fatte ascoltare al pubblico alcune registrazioni. Il luogo dell'audizione è lo stretto, basso e poco illuminato corridoio nel quale si apre nel pavimento la botola per la ghiacciaia, dominato sullo sfondo da un quadro raffigurante il volto azzurro di una bambina.

1990 - Temporale. Pianto infantile a singhiozzo. 16 colpi.
1995 - Temporale. Pianto infantile a singhiozzo.
2000 - Inizia e finisce col passaggio di un aereo che circolava in quel momento al di sopra del castello. Pianto infantile a singhiozzo. Voce infantile che sembra pronunci la parola "mamma".
e un breve urlo.
2005 - Rumori indistinti al termine dei quali si può intuire il nome "Alosio" (ovvero Luigi, dal latino Aloysius). Sovrapposizione di voci con tono crescente: un coro simile ad una messa, che sembra ripetere il nome "Belial", meglio conosciuto come un demone.
Il 21 giugno 2010 sono state effettuate le nuove registrazioni, non rese pubbliche perché ancora al vaglio degli studiosi.

I misteri non hanno fine a Montebello. Durante le visite guidate, numerosi i turisti che sentono voci accavallarsi a quelle delle guide, passi e rumori,…
Spesso i visitatori, si sentono male, vengono assaliti da stati d’ansia, alcuni svengono,…

Sempre nel castello, è presente una panca color rosso-sangue dove vi è raffigurata una donna incinta all’interno di una tenda. La panca pur avendo oltre 1000 anni, si mantiene intatta nel tempo. Alcuni dicono che si sia tinta con il sangue delle proprie vittime. La panca fu donata, al ritorno di una delle crociate, a Ugolinuccio Malatesta, che amava collezionare oggetti che avevano fatto parte di storie drammatiche e violente. La storia legata a questa panca è orribile. Si narra che serviva al controllo demografico della tribù a cui fu sottratta. Quando il popolo arrivava ad un numero prestabilito di abitanti, le donne partorienti, venivano legate sulla panca, in maniera tale da impedire loro il parto, condannandole insieme al feto, a morte certa dopo terribili agonie.


Uno dei custodi assunti dagli eredi del Castello, qualche anno fa, fu testimone di un fatto sconcertante: nella sala in cui è custodita la panca, mentre era impegnato nelle pulizie serali di routin, sentì dei rumori alle sue spalle. Quando si voltò … una donna scalza camminava sul soffitto, fissandolo. La donna era a testa in giù e la sua lunga chioma sfiorava il pavimento, mentre l'abito, una sottile veste bianca, aderiva normalmente ai fianchi. Il racconto del custode fu avvalorato dalle impronte femminili, ritrovate sul soffitto. Rimaste indelebili per molti anni.

E' inevitabile non tirare le somme sulla scomparsa di Azzurrina...basta leggere attentamente quanto riportato nella registrazione del 2005.

Guendalina Malatesta è stata immolata.
E noi sappiamo chi è Belial......vero?



Guendalina
Immagine:

18,44 KB


Corridoio
Immagine:

9,53 KB


L'entrata della ghiacciaia
Immagine:

15,99 KB


Belial
Immagine:

5,07 KB



Shia Itnashari
Utente Normale



79 Messaggi

Inserito il - 27 gen 2011 : 10:01:20  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Shia Itnashari Invia a Shia Itnashari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Conosco bene quel castello , ci sono stato il mio interesse oltre che per la povera Azzurrina era per la panca che è veramente un oggetto esoterico che emana una forte negatività per un paio di episodi che mi sono capitati dentro la sala.
La registrazione l'ho ascoltata bene eh si, viene recitato il nome di Belial da più persone come in una messa nera.
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 27 gen 2011 : 12:22:07  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E' vero, è una messa nera. E per chi conosce queste cose è facile immaginare come si siano svolti i fatti...Mi piacerebbe che ci raccontassi le tue esperienze all'interno del castello: più sappiamo e meglio è, se vogliamo tentare di aiutare Azzurrina.
A presto. Verna.

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina

Burg
Utente Normale



Regione: Lazio


72 Messaggi

Inserito il - 27 gen 2011 : 20:49:34  Mostra Profilo Invia a Burg un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
...ma il demone della foto intitolata "Belial",
non è la rappresentazione di Pazuzu nel film : L'Esorcista?
( ...che tra l'altro con la statuetta ritrovata negli scavi non ci azzecca nulla? )

Burg

...Uffa!
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 27 gen 2011 : 23:50:39  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il volto del demone nella foto è quello ( ovviamente truccato ) dell'attrice Eileen Dietz, la controfigura di Linda Blair nel film l'Esorcista. Si è giunti a quest'immagine lavorando sulle rappresentazioni originali della statua mesopotamica del demone Pazuzu, (XVIII°/XX° secolo avanti Cristo). Pazuzu è rappresentato provvisto di quattro ali, con corpo umano ma testa di cane o di leone, braccia che terminano con artigli e coda di scorpione. E' connesso al vento di sud-ovest apportatore di malattie ed è definito " re dei malvagi spiriti dell'aria ".
In altre " occasioni " si rappresenta con la stessa immagine, ( quella della foto ) anche il demone Belial, che ha la fama di essere il più bello dei demoni. In effetti egli compare sempre come un uomo bellissimo, col volto bianco, capelli lunghi neri, il sorriso malinconico, un cilindro come cappello e un bastone d'argento che completa e accompagna il mantello col quale si copre. Nonostante le apparenze, resta un Demone. E quando i demoni si incazzano, trasfigurano e certamente di bello non rimane nulla. Sicuramente la foto su riportata è solamente rappresentativa e viene usata in più occasioni essendo di grande effetto. Una cosa è certa: il Male, può avere una faccia, può averne un'altra ma...è sempre il Male ed è la sua stessa malvagità a trasfigurarne il corpo e i contorni del viso, e il risultato è sempre un'abominio.

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina

Shia Itnashari
Utente Normale



79 Messaggi

Inserito il - 28 gen 2011 : 01:42:53  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Shia Itnashari Invia a Shia Itnashari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Conosco una cara amica che pratica magia in quanto si rifà alla tradizione pagano-cristiana che esiste in molte forme nel nostro sud Italia (Stregheria)che è stata perseguitata da Belial per 5 anni , gli appariva sotto forma di cane nero (rottwailler) e l'aggredita più volte.
Quanto la panca del castello di Montebello , erroneamente viene chiamata "islamica" per la sua provenienza araba , ora sappiamo che tale manufatto è di origine si araba ma di età pre-islamica , il tempo dell'oscurità e della barbarie , era prassi all'epoca seppellire le figlie femmine appena nate perchè segno di sventura quanto le poverette che rimanevano incinta venivano legate sulla panca e lasciate li a morire e disperarsi , quella panca trasuda sangue e morte , ha una energia molto forte che si avverte subito come si entra nella stanza , delle persone che erano li ripresero una persona che tocco' la panca per sentire se avvertiva qualcosa , nulla di che..appoggio' soltanto la mano e per poco fini' in rissa per un nulla , è un concentrato di male puro che trasmette la sua energia negativa a chi stà li intorno.
Altre presenze non le ho sentite anche perchè era di sera e dicono che è di giorno che si manifestano , non mi è piaciuta la spettacolarizzazione e il circo che è nato intorno al castello dove fanno pagare addirittura il biglietto a 7-8 euro per stare insieme a una canea di gente miscredente e scettica , consiglio di andare con l'ultimo gruppo della mezzanotte , che c'è meno gente oppure di giorno che è ancora più tranquillo.
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 28 gen 2011 : 17:55:08  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Anche altre persone mi hanno raccontato di quest'aura di forte negatività e di liti nate per nulla...E' inimmaginabile il dolore che hanno sofferto quelle povere donne e certamente quello che hanno lasciato su quella panca è l'estratto della rabbia più pura e dell'odio profondo. Purtroppo la maggior parte della gente si reca in questi luoghi per passare una giornata diversa senza rendersi conto dei vari drammi che coesistono nel castello che, come giustamente dici, è stato commercializzato.
Ti ringrazio per averci fatto partecipi della tua esperienza e se volessi raccontarci ( se puoi ) della tua amica potremmo ampliare la nostra conoscenza.
A presto. Verna.

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina

Shia Itnashari
Utente Normale



79 Messaggi

Inserito il - 09 feb 2011 : 14:47:06  Mostra Profilo  Clicca per vedere l'indirizzo MSN di Shia Itnashari Invia a Shia Itnashari un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La mia amica è un pò che non la sento dovrebbe essere dalle parti di Torino ora , non appena la contatto le parlerò di questo forum e credo vorrà dare il suo contributo.
Torna all'inizio della Pagina

lilianjie li
Nuovo Utente




3 Messaggi

Inserito il - 30 ott 2013 : 07:40:21  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di lilianjie li Invia a lilianjie li un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Conosco bene quel castello , ci sono stato il mio interesse oltre che per la povera Azzurrina era per la panca che è veramente un oggetto esoterico che emana una strength negatività per un paio di episodi che mi sono capitati dentro la sala.La registrazione l'ho ascoltata bene eh si, viene recitato il nome di Belial da più persone nome in una messa nera.
Torna all'inizio della Pagina
   Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legacy Forum © 2012 Legacy Forum | Forgedy by IlDrago.com Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000