Legacy Forum 

Legacy Forum
Home Discussioni Recenti Sondaggi Cerca F A Q
Nome Utente:
Password:
Ricordami
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Creature
 Miti e Leggende
 Il Mostro di Omsk
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Azrael
Utente Normale




90 Messaggi

Inserito il - 07 ott 2011 : 11:12:16 Condividi su Facebook  Mostra Profilo Invia a Azrael un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nell'autunno del 1927, un contadino della campagna nei dintorni di Omsk (in Russia, verso il confine con il Kazakhstan) fu svegliato di soprassalto da un forte rumore assordante, proveniente dalle sue stalle.
Pensando a dei ladri, l'uomo balzò dal letto e impugnò una forca. Giunto sul luogo, e aperta la porta di legno, fu travolto dai cavalli in fuga.
Ripresosi malconcio, andò a cercare una lanterna; e nel mentre giunsero altre persone attirate da quel fracasso.
Quando entrarono nel locale, tutti i presenti rimasero a bocca aperta per lo spettacolo che si mostrò a loro: nella stalla era presente uno spesso intreccio di fili argentati, di differenti dimensioni, che formava una specie di ragnatela tessuta tra le pareti, il soffitto ed il pavimento.
Gli uomini cercarono di aprirsi un varco incontrando numerose difficoltà, poiché questi fili erano molto resistenti. Quando riuscirono ad entrare, notarono che sul soffitto vi era un buco piuttosto grande, come se fosse stato causato da un violento impatto con una roccia, di cui però non vi era traccia.
Cercando all'interno, trovarono una "cosa" viva, posata su un mucchio di paglia, di colore biancastro, pulsante come un cuore, grande quanto una zucca e dall'aspetto orribile[1].
Quando venne avvicinata, la creatura tentò di fuggire, rotolando sulle pareti, ed i presenti scorsero il delinearsi di un volto su quella forma molliccia; poi le fuoriuscirono dei tentacoli che si tesero verso gli uomini. Alcuni fuggirono in preda al terrore e quelli che rimasero si avventarono su di essa colpendola più volte fino a ridurla ad un ammasso di materia molle e viscida.

In seguito furono chiamate le autorità, le quali però non trovarono alcuna spiegazione all'insolito avvenimento, né allo strano essere piovuto dal cielo.

Estratto dagli archivi sovietici dedicati alla ricerca sugli U.F.O.
Fonte: "Ombre sulle stelle", di Peter Kolosimo - 1966


[1] Venne definita simile ad un polipo.

Stessa sorte, stessa morte... Stessa razza, stessa mazza... Stessa lotta, stessa botta...

aquila
Utente Normale


Regione: Lazio


78 Messaggi

Inserito il - 01 nov 2011 : 21:08:59  Mostra Profilo Invia a aquila un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Qualcuno conosce qualcosa dei giganti che avrebbero popolato la terra? E' vero, mi sono lasciato influenzare dalla trasmissione (tanto scema) di voyager........
Torna all'inizio della Pagina

aquila
Utente Normale


Regione: Lazio


78 Messaggi

Inserito il - 02 nov 2011 : 21:39:00  Mostra Profilo Invia a aquila un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per essere ironico, voglio inserire una discussione, sempre che interessi, in questa sezione:L'EVOLUZIONISMO!!!Al riguardo suggerisco una lettura preliminare:uominigiganti.ilcannocchiale.it=======buona lettura.
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 03 nov 2011 : 21:17:29  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nella Genesi (Genesi 6:1-8) si legge:

« Quando gli uomini cominciarono a moltiplicarsi sulla terra e nacquero loro figlie, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. Allora il Signore disse: «Il mio spirito non resterà sempre nell'uomo, perché egli è carne e la sua vita sarà di centoventi anni». C'erano sulla terra i Giganti (Nephilim) a quei tempi - e anche dopo - quando i figli di Dio si univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei figli: sono questi gli eroi dell'antichità, uomini famosi. Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male. E il Signore si pentì di aver fatto l'uomo sulla terra e se ne addolorò in cuor suo. Il Signore disse: «Sterminerò dalla terra l'uomo che ho creato: con l'uomo anche il bestiame e i rettili e gli uccelli del cielo, perché sono pentito d'averli fatti». Ma Noè trovò grazia agli occhi del Signore. »
(Genesi 6:1-8, versione CEI-Gerusalemme)

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina

aquila
Utente Normale


Regione: Lazio


78 Messaggi

Inserito il - 05 nov 2011 : 17:56:16  Mostra Profilo Invia a aquila un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Va bene, ma l'esistenza dei giganti,illo tempore,come influenza la classica teoria dell'evoluzione? (quella darwiniana).
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 06 nov 2011 : 09:46:38  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Questi argomenti che posto di seguito potrebbero essere un'interessante spiegazione.
Se poi partiamo dal concetto che una teoria non esclude l'altra, l'interesse raddoppia...
Buona lettura.

http://www.kricio.com/genesi-e-diluvio.html


http://www.tanogabo.it/mitologia/sumera/Sumeri_origini_uomo.htm

Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina

aquila
Utente Normale


Regione: Lazio


78 Messaggi

Inserito il - 06 nov 2011 : 11:48:12  Mostra Profilo Invia a aquila un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Alcuni reperti di ossa gigantesche risalgono a 250.000.000 di anni or sono, ben lontani dai sumeri, ittiti eccetera: dobbiamo partire da questa evidenza!!!
Torna all'inizio della Pagina

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 08 nov 2011 : 15:08:17  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Secondo la Bibbia i giganti ( o Nephilim, nati dall'unione di creature celesti con donne mortali ) si sono estinti col diluvio universale. I Nephilim sono una razza di superuomini insolenti e perversi, che col loro comportamento motivano il diluvio. Quasi tutti i primi scrittori ecclesiastici vedono angeli colpevoli in questi " figli di Dio " (Genesi 6:1-8, versione CEI-Gerusalemme), ma a partire dal IV secolo i Padri della Chiesa,per una nozione più spirituale degli angeli, hanno comunemente interpretato i " figli di Dio " come la discendenza di Set e le " figlie degli uomini " come la discendenza di Caino. Allora non immaginavano certo che, ad oggi, dei giganti si sarebbe avuta una testimonianza storica e archeologica...

Un'altra prova della veridicità della Bibbia...


Forse perchè...
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legacy Forum © 2012 Legacy Forum | Forgedy by IlDrago.com Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000