Legacy Forum 

Legacy Forum
Home Discussioni Recenti Sondaggi Cerca F A Q
Nome Utente:
Password:
Ricordami
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Creature
 Miti e Leggende
 La bestia del GÚvaudan: una storia vera.
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'Ŕ:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Verna
Moderatore




195 Messaggi

Inserito il - 12 nov 2011 : 22:48:48 Condividi su Facebook  Mostra Profilo Invia a Verna un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Un approfondimento sull'argomento suggerito da Aquila.

La bestia del GÚvaudan: una storia vera.

Tutto cominci˛ nel 1764, quando venne assalita una bambina nel bosco di Meršoire, presso Lagnogne. Riuscý a sfuggire, e fece una descrizione accurata della belva: "Ŕ grosso come un vitello, con il petto ampio, il collo robusto, le orecchie dritte, il muso da levriero, la gola nera con due denti laterali lunghi e affilati, la coda sfrangiata e una striscia bianca che va dalla sommitÓ della testa all'estremitÓ della coda stessa. Si muove a balzi lunghissimi."
Da allora la regione del GÚvaudan fu assalita da continui attacchi. Le poche persone che riuscivano a sfuggirle, tra cui una bambina di nome Jean Denis, impazzirono per lo shock: altre, come una donna di quarantacinque anni, furono pure sfigurate. L'otto ottobre dello stesso anno, due cacciatori spararono quattro colpi durante una battuta di caccia, ma il mostro riuscý a sfuggire. ╚ palese il riscontro con la rabbia. Infatti, questa malattia, rende insensibili al dolore. Senza sosta, gli diedero la caccia prima un reggimento di Dragoni a cavallo, poi il pi¨ celebre cacciatore di lupi della zona. Sterminarono centinaia e centinaia di lupi, ma la furia della belva non si plac˛. Venne accusato di licantropia un certo Antoine Chastel, il quale venne incarcerato assieme alla sua famiglia. Il 21 giugno del 1765, venne ucciso un ragazzo di 14 anni, e nello stesso giorno venne sbranata una donna di 45, e una bambina di cui non trov˛ pi¨ traccia. Chastel venne liberato. Il problema arriv˛ all'orecchio di Luigi xv, il quale incaric˛ il suo archibugiere di corte, Antoine de Beauterne, di uccidere la bestia. Antoine torn˛ alla corte col cadavere impagliato di un lupo enorme: misurava quasi due metri, ed era eccezionalmente massiccio. Ma le aggressioni si susseguirono senza sosta, e il Re, per nascondere lo smacco, ordin˛ che le notizie al riguardo fossero censurate. Non si conosce il numero esatto delle vittime della bestia, ma gli storici sono sicuri che il numero si aggiri attorno al centinaio. Cento persone sbranate da una belva. Non si sa che fine abbia fatto la bestia, se sia morta in una delle battute di caccia, o sia morta di rabbia; ma si narra una leggenda, secondo la quale il 19 giugno del 1767, partecip˛ a una battuta di caccia Jean Chastel, padre dell'uomo accusato di licantropia. Chastel prepar˛ in precedenza una pallottola d'argento, ottenuta fondendo un crocefisso con raffigurata la Vergine, e poi fatta benedire. Poi si sedette sui gradini della chiesa, aprý un libro di preghiere, e attese. La bestia arriv˛ incalzata dai cani. Chastel, continuando a leggere, alz˛ la canna del fucile, e fece fuoco. Ora non ucciderai pi¨!" avrebbe urlato Chastel. Si dice che nel luogo dove la bestia cadde, non cresca pi¨ l'erba.

Grazie a
Planet hell
Lycan clan

Da questa storia Ŕ stato tratto il film IL PATTO DEI LUPI.




Immagine:

6,38 KB






Forse perchŔ...

aquila
Utente Normale


Regione: Lazio


78 Messaggi

Inserito il - 25 nov 2011 : 18:49:10  Mostra Profilo Invia a aquila un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Poiche' non so dove inserire l'argomento, utilizzo "miti e leggende" che, data l'intestazione, mi sembra il piu' adatto.
Tutti, piu' o meno, conoscono la storia del sacerdote Berenger Sauniere, gia' parroco di rennes le chateau, e della sua chiesa ove si riscontrano statue, segni e simboli strani(non straordinari). Ebbene, tali segni, statue e simboli si ritrovano anche nella chiesa di Santa lucia di Piave(provincia di treviso), ma le coincidenze si intrecciano negli e con gli anni ed i secoli. Talune scelte pittoriche e decorative della chiesa francese si ispirano ad alcuni dipinti del Giorgione, mentre statue, decorazioni e pitture(la Via Crucis ad esempio)sono praticamente coeve nelle due chiese. Chi si e' ispirato a chi? (fine prima parte).
















Torna all'inizio della Pagina

Maria
Nuovo Utente



22 Messaggi

Inserito il - 03 dic 2011 : 12:17:33  Mostra Profilo Invia a Maria un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Legacy Forum © 2012 Legacy Forum | Forgedy by IlDrago.com Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000